Archivi tag: puglia

PALASCìA | l’informazione migrante

Era il 1° marzo 2010…sono passati una decina di giorni dall’uscita della prima rivista interculturale salentina 

“Palascìa_l’informazione migrante”. 

Niente è casuale. Palascìa ha giocato sulla ricorrenza del numero ordinale “prima/o”, così, il quadrimestrale d’intercultura è stato presentato e distrubuito a Lecce proprio in occasione della prima giornata internazionale dello sciopero dei migranti. Il progetto editoriale, ideato e realizzato da Métissage Società Cooperativa Sociale  vincitrice del Bando Principi Attivi 2008 della Regione Puglia, si propone di offrire spunti e nuovi stimoli connotando così il Salento come autentico luogo di accoglienza e di scambi.

Palascìa è il faro di capo d’Otranto, simbolo del Salento, punto più a est d’Italia, primo bagliore segno di terra promessa dell’immigrazione salentina: indiscutibilmente simbolo delle mille convivenze della nostra Regione. La rivista “Palascìa_l’informazione migrante” si propone di dar voce alle comunità di stranieri presenti sul territorio, di offrire spunti di riflessione e possibilità di scambio culturale tra i nativi e i migranti. La rivista, inoltre, dedicherà ampio spazio ad articoli in lingua straniera per contribuire non ad un generico quanto improbabile incontro, ma, ad un impegnativo dialogo tra individui portatori di culture all’interno di contesti sociali e politici concreti.

Palascìa vuole essere, quindi, uno strumento d’informazione, approfondimento e riflessione per affrontare i processi di métissage -mescolanza, scambio, contaminazione- che si formano spontanei nelle interazioni sociali.
 
 Ogni numero della rivista tratterà tematiche utili al confronto e alla crescita per l’intera comunità. Inoltre, i dossier, allegati approfondiranno problemi attuali. Ci sarà poi una sezione dedicata alle informazioni: dai numeri utili agli orari di ricevimento dei principali uffici, oltre ai bandi istituzionali che mirano ad incentivare l’attivismo. Spazio anche all’arte e alla cultura con le rubriche e con il wall che, nasce staccabile per diventare parte dei luoghi in cui viviamo.
Il primo numero, dal titolo “Siete voi il nostro futuro”, propone un viaggio nella Puglia migliore delle politiche giovanili regionali, fornendo una carrellata sui progetti vincitori del bando Principi attivi; e poi un dossier sul lavoro che affronta e smantella una questione molto abusata e basata su un luogo comune falso e discriminatorio secondo cui “Gli immigrati ci rubano il lavoro?”.  All’interno anche un bando di concorso per riscoprire il gusto della narrazione per bambini “Il mondo racconta”, uno spazio dedicato al terzo settore salentino e alle realtà associative dei migranti, le news della cooperativa Mètissage, tante storie da conoscere e i preziosi contributi di Tonio Dell’Olio e Mauro Biani.
Palascìa_l’informazione migrante è in distribuzione gratuita nei punti in vista della città oppure può essere richiesta inviando una mail alla Mediatrice Interculturale Rosa Leo Imperiale rosisalentu@yahoo.com 
Prenota anche tu la tua copia!
Annunci

In Puglia il modello Caserta

200 donne e uomini di polizia e carabinieri presto nei territori di Bari e Foggia, più squadre mobili per potenziare investigazioni e controlli. Maroni: «Non si tratta di un intervento spot ma è la volontà di intervenire fino a che non possiamo dire che la criminalità organizzata è stata debellata»

L’obiettivo è replicare nel barese e nel foggiano il «modello Caserta-Napoli», tenendo ovviamente conto delle differenze tra le due situazioni. Tra poche settimane circa 200 unità di polizia e carabinieri saranno inviate in Puglia, e non basta. A questo si aggiungerà anche il «potenziamento delle varie strutture delle squadre mobili, uomini dello Sco, del Ros, che serviranno per rendere piu’ efficaci le indagini, ma anche migliore il controllo del territorio». Lo ha annunciato il ministro dell’Interno Roberto Maroni in conferenza stampa, a conclusione della riunione tecnica di coordinamento interprovinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Bari e Foggia presso la prefettura di Bari.

Al tavolo interforze siedono tutte le istituzioni coinvolte nella sicurezza del territorio: il capo della Polizia Antonio Manganelli, il comandante generale dei Carabinieri Leonardo Gallitelli, il comandante generale della Guardia di Finanza Cosimo D’Arrigo, il direttore centrale della direzione anticrimine della polizia Francesco Gratteri, i prefetti delle due province, i procuratori della Repubblica di Bari, Foggia, Trani e Lucera, i questori di Bari e Foggia, i comandanti regionali e provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza.

La riunione, infatti, ha spiegato Maroni, è stata organizzata per coordinare e potenziare l’azione di contrasto alla criminalità organizzata nei territori delle due città pugliesi rafforzando il supporto all’attività investigativa e rendendo più capillare l’attività di controllo. «La sinergia – ha sottolineato il ministro – e il giusto equilibrio tra queste due azioni sta portando, lì dove abbiamo adottato questo modello Caserta-Napoli, a risultati veramente soddisfacenti».

Per questo le riunioni proseguiranno con continuità, la prossima è prevista prima di Natale, e andranno avanti finchè servirà. «Non si tratta di un intervento spot legato ad un fatto contingente – ha sottolineato Maroni- ma è la volontà di intervenire dove serve, finché serve e fino a che non possiamo dire che la criminalità organizzata è stata debellata».

 

fonte: www.governo.it

Concorso di scrittura Lenti Spiriti – Ecco l’elenco delle opere che saranno pubblicate nell’opuscolo

CONCORSO DI SCRITTURA: “LENTI SPIRITI” EDIZIONI E PERCORSI DI EDUCAZIONE ALLA RESISTENZA”



images

home_logo

Ecco qui di seguito l’elenco degli autori  e rispettive opere selezionate per la pubblicazione.


ANNARITA TAVANI –  RESISTENZA LENTA

EMANUELE RIZZELLO – CHI VA’ PIANO VA’ LONTANO

SALVI GRECO – SALENTU GRANDE BELLU E DESOLANTE…RE-ESISTO!

GIULIA ANCONA – RIALZARSI SEMPRE!

FRANCESCA FULLONE – PREGHIERA

ANGELITA GIOTTA – LA DIFFERENZA È LA RESISTENZA

MARCO PALUMBO – SUL TRENO A VAPORE

FRANCESCO FEDELE – TEMA

GIAMBATTISTA COLELLA – L’OMBRA

ANNA MARIA DE LUCA – IL RANTOLO LIVIDO DELLE PIETRE

TANIA DE IACO – IO RESISTO: COME, QUANDO , PERCHE’

DAVIDE MILO – NON SAREMO NOI A FARE LA RIVOLUZIONE

ILARIA MEZZOLLA – LENTEZZA

PAOLA BISCOZZI – RESISTERE

FERDINANDO BORRONI – LA CASA SUL CONFINE

LILLY TOCCI – LA FIABA DEI NOSTRI TEMPI

AURELIA TRIANNI – A GIUSTO TEMPO… DOC

DANIELA CRETÌ – LA COLLANA DI CONCHIGLIE

NICOLA FABRIZIO FANIGLIULO – I GIUSTI

DANIELA BARDOSCIA – LA CITTÀ  DEI DANNATI

ANDREA PELLECCHIA – IL PREDICATORE

MASSIMO DONNO – SOGNI AL RISVEGLIO

I testi saranno pubblicati entro il 30 dicembre 2009.

Il nostro ringraziamento va a tutti coloro che hanno partecipato.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci su Facebook e/o all’indirizzo mail kairos.sociale@gmail.com .

Visitate il sito www.centrostudikairos.com e il nostro blog www.centrostudikairos.wordpress.com .

Per info sul concorso clicca su: concorso di scrittura Lenti Spiriti

In Puglia un Premio per le buone pratiche di tutela e valorizzazione del paesaggio

pugliaL’assessorato all’Assetto del territorio della Regione Puglia, nell’ambito delle attività in corso per la redazione del nuovo Piano Paesaggistico Territoriale regionale, bandisce un Premio per le buone pratiche di tutela e valorizzazione del paesaggio realizzate dalla società pugliese.
L’obiettivo del Premio è dare valore ad azioni, interventi, opere di cui siano documentabili risultati significativi in termini di miglioramento della qualità del paesaggio e che possano servire come riferimento per iniziative analoghe.
Il Premio riconosce come buone pratiche gli interventi realizzati, già completati o in fase avanzata di attuazione che hanno saputo apportare un valore aggiunto alla qualità del paesaggio pugliese all’interno di uno dei due ambiti seguenti:
1. Tutela e la valorizzazione del paesaggio agrario, anche a fini turistici;
2. Opere di architettura, interventi urbanistici e infrastrutturali.
Per candidare una buona pratica occorre segnalarla sul sito http://paesaggio.regione.puglia.it nella sezione Osservatorio – Buone pratiche del paesaggio.
Possono candidare una buona pratica tutti i possibili “titolari” (in quanto progettisti, promotori, committenti, realizzatori, proprietari), o anche coloro che semplicemente ne sono a conoscenza.
Il Premio offre tre tipi di contributi:
1. riconoscimento di un marchio di qualità, che potrà costituire, successivamente, elemento di priorità per l’attribuzione di finanziamenti;
2. adeguata visibilità nell’ambito della promozione del PPTR e nelle iniziative regionali dedicate alla diffusione della cultura del paesaggio;
3. possibilità, per i premiati, di utilizzare il marchio offerto dal PPTR per le loro attività di promozione e comunicazione.
Le candidature per il premio possono essere segnalate entro e non oltre il 31 dicembre 2009.

Consulta il sito

Informazioni:
Regione Puglia – Assessorato all’Assetto del Territorio
Settore Assetto del Territorio
Via delle Magnolie Z.I, EX ENAIP Modugno (Ba)
Tel: 080 5404305
Fax:  080 5404300
osservatorio.paesaggio@regione.puglia.it

Contratti di solidarietà

L’assessorato regionale al Lavoro della Puglia stanzierà 4 milioni di euro per sostenere il salario dei lavoratori pugliesi interessati da contratti difensivi di solidarietà. L’intervento si rivolge ai dipendenti delle imprese e delle cooperative che nel corso del 2009 hanno stipulato un contratto collettivo aziendale, che prevede una riduzione dell’orario di lavoro, a causa della crisi e per non compromettere l’andamento economico dell’azienda.
I lavoratori potranno così recuperare una parte della retribuzione persa (fino al 20% del monte ore non retribuito), in conseguenza della riduzione dell’orario sulla base della semplice e documentata richiesta della società. Una convenzione tra la Regione e l’Inps permetterà di liquidare direttamente con assegno i lavoratori aventi diritto.

Per maggiori informazioni: www.regione.puglia.it.

Puliamo la Puglia

Anche la Puglia partecipa a Puliamo il Mondo 2009. Numerose le iniziative per ripulire il territorio e sensibilizzare i cittadini: a Santeramo in Colle “Puliamo il buio” a Grotta dell’Edera e Grava Giustino” con la Federazione Speleologica Pugliese. A Polignano a Mare “Puliamo il mondo sommerso” con il Gruppo Subacqueo nella Cala di Lama Monachile. A Bari la pulizia del Parco San Marco nel quartiere Japigia

Puliamo la Puglia

Puliamo il Mondo, la grande campagna di volontariato organizzata da Legambiente che va dalla pulizia di una zona a progetti di divulgazione dell’importanza della raccolta differenziata dei rifiuti. Quest’anno, gli eventi di punta di Puliamo il Mondo in Puglia si svolgeranno a Polignano a Mare e a Santeramo in Colle. A Polignano a Mare (BA), il Gruppo Subacqueo di Legambiente ha organizzato Puliamo il Mondo Sommerso. Appuntamento per la pulizia dei fondali marini domenica 27 settembre alle ore 9.00 nella cala di Lama Monachile sotto il bastione di Santo Stefano. Dopo la pulizia dei fondali, sarà liberata una tartaruga del Centro Recupero Tartarughe Marine di Manfredonia.

A Santeramo in Colle (BA), si parte il giorno 25 con il convegno pubblico sull’ambiente “NaturaFutura”. Segue, nella mattina di sabato 26, la pulizia del bosco della Pietà, della pineta Lama di Lupo, della pineta di Mesola e della pineta adiacente al bosco Parata nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia con la partecipazione delle scuole elementari e medie. Per lo stesso giorno e fino alla domenica, è previsto Puliamo il buio, l’iniziativa, correlata a Puliamo il mondo, che si propone di bonificare, almeno in parte, le discariche abusive sotterranee nelle gravi, inghiottitoi, cavità carsiche e grotte. In particolare, la Federazione Speleologica Pugliese vuole concentrare la sua attività nella zona tra Cassano delle Murge e Santeramo in Colle, ove insistono due cavità inserite nel catasto regionale: Grotta dell’Edera e Grava Giustino.

“In Puglia la partecipazione a Puliamo il Mondo è cresciuta costantemente – dichiara Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia – a dimostrazione della volontà dei cittadini di prendersi cura degli spazi pubblici e del territorio e del loro importante coinvolgimento riguardo al tema caldissimo dello smaltimento dei rifiuti”. Tante altre sono le iniziative pugliesi. Il Circolo Habitat di Legambiente ha organizzato per il 26 settembre a Cerignola (FG), in collaborazione con il Comune, la pulizia della villa comunale, della piazza della Mezzaluna e della Velostazione dalle ore 9.00 alle 12.30. A Brindisi, domenica 27 settembre, verrà ripulita un’area nei pressi del bosco di Tramazzone e nella zona costiera di Cerano. Il circolo di Corato (BA) ha organizzato per sabato 26 e domenica 27 due giornate di pulizia dei cortili e delle piazze vicine ad ogni edificio scolastico con la collaborazione di tutti gli studenti. A Castro (LE) l’attenzione del Comune quest’anno è rivolta agli antichi sentieri del centro storico. Dalle 9.30 di venerdì 25 settembre, scuole e cittadini puliranno un tratto di mura messapiche del IV secolo a.C. e gli antichi vicoli fino al Castello Aragonese. Alla fine della giornata, i volontari potranno visitare il Castello, riaperto al pubblico l’11 luglio scorso, accompagnati da guide.

A Taranto, sabato 26 settembre a partire dalle ore 9.00, il circolo locale ha organizzato la pulizia della pineta di Marechiaro, a cui parteciperanno tre classi del Liceo Aristosseno di Taranto e una delegazione di dipendenti della Trony. Nella stessa pineta sarà celebrata la Festa dell’Albero con la piantumazione di piante nelle aree che soffrono di una penuria o di una totale assenza di verde. Il circolo Legambiente Valle d’Itria di Martina Franca (TA), alle 9.30 di sabato 26 settembre, con il Centro Speleologico Alto Salento e ragazzi delle scuole elementari, ripulirà la Grotta della Madonna della Catena a Locorotondo (BA) e la Grotta Pilano a Martina Franca. Il Comune di Canosa (BAT) di concerto con il circolo locale di Legambiente hanno organizzato per lunedì 28 settembre prossimo la pulizia di tre aree: la villa comunale, il Parco Archeologico San Leucio e il Ponte Romano sull’Ofanto. Il Comune di Candela (FG) si mobiliterà venerdì 25 e sabato 26 con gli studenti dell’Istituto Comprensivo Giovanni Paolo II per la pulizia di varie zone cittadine. Il circolo di Manduria partecipa alla campagna con le scuole medie e superiori e l’amministrazione comunale di Sava (TA) il 25 e il 26 settembre. L’area verde periferica alla Piazza Padre Camillo Campanella di Francavilla Fontana (BR) è invece al centro dell’interesse del circolo di Legambiente Oria per sabato 26, mentre lo stesso giorno ad Andria sarà ripulita la Villa Comunale. Domenica 27, a Conversano (BA) si pulirà un percorso extraurbano di circa 10 km molto frequentato dai ciclisti che interessa Contrada Boschetto, Contrada Pozzo del Capitolo e Via Lorenzo il Magnifico.

Il quartiere Japigia sarà protagonista di Puliamo il Mondo a Bari. Nei pressi di Parco San Marco da alcuni anni è operativo un centro commerciale che ha migliorato decisamente i servizi della zona. Per il resto è un’area degradata che, simbolicamente, necessita di essere rivalutata per un giorno. Per questo, il circolo di Legambiente Bari ha organizzato la campagna Puliamo il Mondo presso il parco, venerdì 25 settembre prossimo dalle ore 9.30. All’iniziativa parteciperà il consigliere con delega all’Ambiente del Comune di Bari Maria Maugeri e la pulizia sarà coadiuvata dall’attività di altre associazioni che hanno espresso la volontà di partecipare alla campagna, di concerto con la scuola elementare “28° Circolo Didattico Japigia II” con l’obiettivo di sollecitare lo sviluppo del senso civico nei bambini.

“Non possiamo che essere piacevolmente soddisfatti – dichiara Marino Spilotros, Presidente di Legambiente Bari – dell’interesse profuso nei confronti di questa campagna di Legambiente a Bari. La nostra città ha obiettivamente bisogno di iniziative come questa per cambiare le azioni poco attente dei cittadini e promuovere la cultura della raccolta differenziata, del risparmio e del riciclo. È bene che queste pratiche siano apprese già da bambini –conclude Spilotros- così che possano diffondere essi stessi il loro impegno in famiglia e forse cambiare qualcosa nel futuro di Bari.

fonte: http://www.ecodallecittà.it

Premio letterario Transiti ad Oriente

Associazione Culturale Nemesi
via Filonide 1
74100 Taranto
Premio letterario Transiti ad Oriente
Bando di concorso 2009
> Articolo 1
Il Comune di San Nicandro Garganico, in collaborazione con la Regione Puglia – Assessorato al
Mediterraneo, e con l’Associazione Culturale Nemesi bandiscono la prima edizione del Premio letterario
Transiti ad Oriente per racconti brevi. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti i cittadini italiani, europei,
extraeuropei, senza limiti di età.
Il tema del concorso:
La terra dei vigneti e degli ulivi , è stata da sempre luogo di transito, di passaggio, d’incontro verso e dai
paesi del Mediterraneo. La presenza ebraica nel ‘900 ha coinvolto zone diverse della Puglia, creando
legami, contraddizioni, silente solidarietà, attorno al destino profugo di un popolo.
Dal Gargano al Salento ci sono le tracce sparse del passaggio del popolo ebraico, ed della sua presenza
ancora oggi. Tante le storie, tanti i racconti.
> Articolo 2
Il concorso si divide in due sezioni:
> I sezione: rivolta agli studenti delle scuole secondarie della Regione Puglia.
> II sezione: libera.

Associazione Culturale Nemesi

via Filonide 1

74100 Taranto

Premio letterario Transiti ad Oriente

Bando di concorso 2009

> Articolo 1

Il Comune di San Nicandro Garganico, in collaborazione con la Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, e con l’Associazione Culturale Nemesi bandiscono la prima edizione del Premio letterario Transiti ad Oriente per racconti brevi. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti i cittadini italiani, europei, extraeuropei, senza limiti di età.

Il tema del concorso:

La terra dei vigneti e degli ulivi , è stata da sempre luogo di transito, di passaggio, d’incontro verso e dai paesi del Mediterraneo. La presenza ebraica nel ‘900 ha coinvolto zone diverse della Puglia, creando legami, contraddizioni, silente solidarietà, attorno al destino profugo di un popolo.

Dal Gargano al Salento ci sono le tracce sparse del passaggio del popolo ebraico, ed della sua presenza ancora oggi. Tante le storie, tanti i racconti.

> Articolo 2

Il concorso si divide in due sezioni:

> I sezione: rivolta agli studenti delle scuole secondarie della Regione Puglia.

> II sezione: libera.

clicca qui:  Premio letterario Transiti ad Oriente_bando09