Archivi tag: ministero

SALUTE: E’ arrivata l’Oncoguida

In versione cartacea e on line, l’Oncoguida è un servizio di informazione per i malati di cancro e le loro famiglie, i curanti, le istituzioni, gli amministratori sanitari e i volontari. E’ uno strumento per sapere a chi rivolgersi per indagini diagnostiche, trattamenti terapeutici, sostegno psicologico, riabilitazione, assistenza e per essere informati sui propri diritti.

L’informazione come prima medicina, una Oncoguida al servizio dei malati di cancro. Questo il tema centrale del Convegno “Parlare con i malati di cancro”, che si è svolto il 4 novembre scorso presso l’Istituto Superiore di Sanità alla presenza del Viceministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Prof. Ferruccio Fazio, e del Presidente dell’ISS, Prof. Enrico Garaci.

Oncoguida è uno strumento che risponde alle esigenze più comuni dei malati di cancro, dei loro famigliari ed amici, per identificare rapidamente le strutture italiane specializzate nella diagnosi e cura dei tumori.
La guida consente di trovare, in modo semplice, nome ed indirizzo della struttura sanitaria da contattare per trovare risposta alle domande più comuni per i pazienti oncologici riguardanti la diagnosi, le terapie (chirurgia, chemio-terapia, radioterapia etc.), ma anche assistenza e sostegno psicologico.
La guida consente, inoltre di individuare le associazioni di volontariato, gli hospices (strutture per l’assistenza ai malati terminali), i centri di riabilitazione e per la terapia del dolore, presenti sul territorio nazionale.

Oncoguida, nata come progetto di AIMaC in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, è frutto della sinergia tra volontariato, istituzioni sanitarie e società scientifiche. È stata realizzata nell’ambito della campagna di comunicazione del Ministero della Salute “Con il malato, contro il tumore” con l’obiettivo di costituire una fonte unica e sempre aggiornata di informazione a disposizione del pubblico e degli addetti ai lavori.
La guida, realizzata da AIMaC (Associazione Italiana Malati di Cancro), ISS e Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, con la collaborazione delle Società scientifiche, è consultabile on line ma sarà presto disponibile anche in versione cartacea.

Alla pagina www.oncoguida.it è possibile consultare la versione on line dell’Oncoguida. Qui è possibile effettuare la ricerca in due modi diversi:
– Ricerca avanzata
– Ricerca per prestazione, che si divide in quattro aree tematiche: Terapia, Assistenza, Diagnostica e Crioconservazione.

“Sono le Pagine Gialle dell’oncologia – ha spiegato il prof. Garaci, Presidente dell’ISS – con 20.000 indirizzi in tutta Italia divisi per Regione e tipologia di struttura: ospedali, associazioni di volontariato, organizzazioni no profit per sapere a chi rivolgersi per diagnosi, trattamenti terapeutici, sostegno psicologico, riabilitazione e assistenza. Uno strumento prezioso per far valere i propri diritti e scegliere dove farsi curare”.
“Oggi abbiamo gli strumenti per poter valutare, con le “stellette”, l’appropriatezza clinica delle struttura e delle liste di attesa”, ha spiegato il Prof. Fazio, aggiungendo che “ora l’impegno è proprio quello di certificare, come Ministero, questo motore di ricerca, in modo da poter dare un valore aggiunto e presentare il prossimo anno una guida con le stellette”.
Con riferimento al tema del volontariato, il Viceministro ha precisato che “le azioni dei volontari spesso frustrati da un ruolo non riconosciuto, devono diventare parte integrata, certificata del Servizio Sanitario Nazionale. Bisogna sistematizzare la loro presenza nei reparti delle strutture ospedaliere”.

“Nell’ultimo anno in Italia si sono registrati circa 170 mila decessi per cancro. I tumori rappresentano la seconda causa di morte nel nostro Paese. A fronte di questi dati, che giustificano da soli l’attenzione che le Istituzioni devono riservare al tema delle malattia oncologica, si registra da parte dei cittadini una sempre maggiore richiesta di informazione”.
Lo spiega il Direttore generale della Direzione comunicazione e relazioni istituzionali del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, avv. Daniela Rodorigo. “Nell’ambito della propria attività di comunicazione sui tumori, le Istituzioni sono quindi chiamate a svolgere il loro ruolo tenendo sempre ben presenti due obiettivi primari: garantire al cittadino la compiutezza e la scientificità delle informazioni ed assicurare l’umanizzazione della comunicazione soprattutto nel rapporto medico-paziente.
Per migliorare l’efficacia della propria comunicazione il Ministero è impegnato da anni a costruire un sempre più saldo e innovativo rapporto con il mondo dell’associazionismo. L’obiettivo è quello di coinvolgere le maggiori associazioni di volontari e di pazienti nella definizione della strategia di comunicazione delle campagne da realizzare e di delegarle nella realizzazione di specifiche iniziative di sensibilizzazione sul territorio.


www.ministerosalute.it
www.oncoguida.it

 

fonte: www.nonprofitonline.it

Annunci

Studiare all’estero

Come ogni anno alcuni Stati offrono a cittadini italiani borse di studio utilizzabili per seguire corsi presso Università o Istituti superiori stranieri (statali o legalmente riconosciuti), per effettuare ricerche presso archivi, centri culturali, biblioteche, laboratori e per seguire corsi di lingua presso centri specializzati.
La novità per l’anno accademico 2009-2010 promossa dal Ministero degli Esteri italiano è la possibilità di inviare le domande con la nuova procedura online che permette ai candidati di monitorarne lo stato di avanzamento.
Saranno infatti date comunicazioni immediate via mail sulla corretta ricezione della domanda e sull’esito della selezione. Le borse di studio sono generalmente riservate a laureati in qualsiasi disciplina e ad artisti diplomati che non abbiano superato i limiti di età eventualmente indicati dagli Stati Esteri e Organizzazioni Internazionali offerenti.
Per le borse di studio offerte dai Paesi dell’Unione europea possono concorrere i cittadini italiani e gli studenti, i laureandi, i laureati ed i ricercatori presso Università italiane aventi cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione europea.
È indispensabile possedere un ottimo curriculum, conoscere, ove richiesto, le lingue ufficiali dei Paesi prescelti ed essere in grado di realizzare il piano di studi proposto nella lingua richiesta dai rispettivi Stati o dalle Organizzazioni Internazionali offerenti.

Scarica il bando. Per maggiori informazioni, visita il sito del Ministero degli Esteri:www.esteri.it.

fonte: www.jobtel.it

Due ruote: gli incentivi ripartono il 25 settembre

Al via la seconda tranche di finanzimenti per l’acquisto scontato di biciclette e motorini. L’annuncio del ministro Prestigiacomo dopo il successo incontrato dagli incentivi la scorsa primavera. A disposizione 7,7 milioni di euro per le bici e 5,1 per i motorini. Qualche novità nelle modalità di erogazione

di Federico Vozza

Due ruote: gli incentivi ripartono il 25 settembre

Gli amanti delle due ruote aspettavano da tempo la notizia: gli incentivi per l’acquisto di biciclette ripartono venerdì 25 settembre. Ad annunciarlo il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo in occasione del Salone del ciclo e motociclo (Eicma 2009). Gli incentivi, forti del successo incontrato la scorsa primavera (i circa 9 milioni stanziati si esaurirono in poco più di tre settimane), verranno erogati con modalità diverse rispetto alla prima tornata: il contributo, corrispondente sempre al 30% del prezzo totale, avrà un importo massimo di 200 euro (in precedenza erano 700) e di 450 euro per le bici a pedalata assistita.

Il nuovo accordo tra il Ministero dell’Ambiente, l’ANCMA ed il CEI-CIVES prevede oltre allo stanziamento di 7 milioni e 669 mila euro per l’acquisto di circa 50 mila nuove biciclette, anche 5 milioni e 112 mila euro per l’acquisto di motorini ecologici e 1,7 milioni per sanare gli ordini rimasti in sospeso (le prenotazioni non soddisfatte per il temporaneo esaurimento dei fondi). Per usufruire dello sconto non è necessaria nessun’altra formalità se non quella di fornire al rivenditore autorizzato dall’ANCMA (l’elenco è disponibile sul sito del Ministero) i propri dati anagrafici e copia del proprio documento d’identità.

Ulteriori informazioni sul sito web dedicato www.incentivibiciclette.minambiente.it

Stage all’estero con il Fellowship Programme pStage all’estero con il Fellowship Programme per la cooperazione internazionaleer la cooperazione internazionale

Il “Fellowship Programme for Technical Cooperation Capacity Building and Human Resources Development” è un programma finanziato dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri italiano e curato dal Dipartimento degli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite.
Il Fellowship Programme intende offrire a giovani professionisti la possibilità di svolgere un percorso di formazione lavorativa in paesi in via di sviluppo nell’ambito della cooperazione internazionale.
Il Programma ha una durata di un anno. I candidati preselezionati saranno convocati per sostenere i colloqui di selezione nel mese di ottobre.
I candidati selezionati seguiranno un corso di formazione di due settimane presso lo Staff College del Sistema delle Nazioni Unite (UNSSC) a Torino, a metà dicembre. I temi trattati saranno inerenti alla cooperazione internazionale e, in particolare, riguarderanno la formulazione e la gestione di programmi e progetti in paesi in via di sviluppo.
A partire dal gennaio 2010, i partecipanti svolgeranno la loro attività per un periodo di 11 mesi e mezzo in paesi in via di sviluppo e riceveranno una borsa mensile in valuta locale, commisurata in base al costo della vita nei vari paesi di destinazione.
Il Programma si rivolge a giovani laureati di età non superiore ai 28 anni, in possesso dei seguenti requisiti:
Titoli accademici: a) laurea conseguita secondo il vecchio ordinamento universitario; b) laurea specialistica conseguita secondo il nuovo ordinamento universitario; c) laurea conseguita secondo il nuovo ordinamento universitario accompagnata da un titolo di Master. Titolo universitario richiesto, se conseguito all’estero, è il Master o Maîtrise.
Lingue: Ottima conoscenza della lingua inglese. La conoscenza di altre lingue ufficiali delle Nazioni Unite costituisce titolo preferenziale.
Limiti di età: I candidati devono essere nati dopo il 1 gennaio 1981.
Nazionalità: Italiana.
I formulari di candidatura dovranno pervenire all’ufficio UN/DESA di Roma entro e non oltre il 24 luglio 2009.

Consulta il sito

Informazioni:
United Nations Department of Economic and Social Affairs (UN/DESA)
“Fellowship Programme”
Corso Vittorio Emanuele II 251 Roma
fellowshipinfo@undesa.it

Borse di studio del Ministero degli Esteri

Il Ministero degli Affari esteri ha pubblicato per l’anno accademico 2009/2010 il bando per le borse di studio offerte da Stati esteri e dalle Organizzazioni Internazionali per seguire corsi presso Università o Istituti superiori stranieri (statali o legalmente riconosciuti), per effettuare ricerche presso archivi, centri culturali, biblioteche, e per seguire corsi di lingua presso centri specializzati.
E’ stata introdotta una nuova procedura on-line che permette di conoscere gli avvisi aperti, candidarsi in tempo reale alla borsa prescelta ed inserire tutte le informazioni utili relative al curriculum vitae e studiorum.

Le borse di studio sono generalmente riservate a laureati in qualsiasi disciplina e ad artisti diplomati che non abbiano superato i limiti di età eventualmente indicati dagli Stati Esteri e dalle Organizzazioni Internazionali.

Sul sito web del Ministero degli Affari Esteri è possibile trovare tutte le indicazioni relative alla nuova modalità di candidatura e alle borse di studio attive (ripartite per Paesi e Istituzioni offerenti).

Per qualsiasi informazione consultate www.esteri.it (sezione opportunità > di studio)

fonte: http://bollentispiriti.regione.puglia.it/

Programma tirocini – Crui

Fondazione Crui insieme e Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno avviato il programma di formazione lavoro per 62 i laureandi e laureati.
Il periodo di stage prenderà il via il 21 settembre del 2009 e terminerà, salvo eventuali proroghe, il 21 gennaio 2010. Sono 9 i posti per i tirocini che si svolgeranno al Nord Italia, 21 al Centro e 32 al Mezzogiorno.
I partecipanti avranno la possibilità di comprendere il funzionamento delle aree del trattamento giuridico ed economico del personale, della comunicazione, della pianificazione e controllo e dell’analisi e miglioramento processi e sistemi amministrativi. Possono partecipare all’iniziativa sia laureandi sia laureati del vecchio come del nuovo ordinamento che conoscano una seconda lingua.
I laureandi del vecchio ordinamento dovranno avere conseguito il 70% degli esami mentre quelli del nuovo ordinamento dovranno avere ottenuto 120 crediti su 180 (per gli iscritti alla laurea di I livello) e 60 crediti su 120 (per gli iscritti alla laurea specialistica e di laurea magistrale).
L’età massima sarà di 25 anni per i laureanti di primo livello e di 28 anni per quelli di laurea specialistica e del vecchio ordinamento. Per quanto riguarda i laureati, dovranno aver conseguito il titolo di laurea da non più di 18 mesi con una votazione minimo di 100 su 110 e non avere superato i 25 anni (per i laureati di primo livello) e i 28 anni (tutti gli altri).
Le domande devono essere presentate entro il 16 giugno.

Per maggiori informazioni:
Fondazione Crui
Ufficio Progetti e Tirocini Programma di Tirocinio
MEF IV Dip. – Università Italiane
Piazza Rondanini 48, 00186 Roma
Referente: Maddalena Leone
e-mail: tirocini.mefIVdip@fondazionecrui.it

Scarica il bando.

Opportunità di studio all’Estero

Il Ministero degli Affari esteri ha pubblicato per l’anno accademico 2009/2010 il bando per le borse di studio offerte da Stati esteri e dalle Organizzazioni Internazionali per seguire corsi presso Università o Istituti superiori stranieri (statali o legalmente riconosciuti), per effettuare ricerche presso archivi, centri culturali, biblioteche, e per seguire corsi di lingua presso centri specializzati.
E’ stata introdotta una nuova procedura on-line che permette di
conoscere gli avvisi aperti, candidarsi in tempo reale alla borsa
prescelta ed inserire tutte le informazioni utili relative al curriculum vitae e studiorum.

Le borse di studio sono generalmente riservate a laureati in qualsiasi disciplina e ad artisti diplomati che non abbiano superato i limiti di età eventualmente indicati dagli Stati Esteri e dalle Organizzazioni Internazionali.

Sul sito web del Ministero degli Affari Esteri è possibile trovare tutte le indicazioni relative alla nuova modalità di candidatura
<http://borsedistudio.esteri.it/borsedistudio/index.asp> e alle borse di studio attive
<
http://www.esteri.it/MAE/IT/Ministero/Servizi/Italiani/Opportunita/Di_studio/ElencoPaesiOfferenti.htm>
(ripartite per Paesi e Istituzioni offerenti).

Per qualsiasi informazione consultate www.esteri.it
<
http://www.esteri.it/> (sezione opportunità > di studio)