Archivi tag: governo

La Giornata nazionale del Teatro

Presentazione

Per la prima volta in Italia celebreremo nel 2010, e poi tutti gli anni, la giornata mondiale del teatro”. Ad annunciarlo il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo Chigi il 19 novembre scorso e a cui hanno partecipato anche il sottosegretario con delega all’editoria, Paolo Bonaiuti, e il ministro per i Beni e le attività culturali, Sandro Bondi.

La conferenza stampa è servita ad illustrare l’iniziativa della Giornata Nazionale del Teatro, istituita dal Governo con decreto delConsiglio dei Ministri del 6 novembre scorso e per presentare lo spot (ideato e realizzato da Pino Pietrolucci) dedicato allo spettacolo dal vivo, che andrà in onda negli spazi di comunicazione sociale delle reti RAI a partire da lunedì 23 novembre fino al 7 dicembre prossimo. In questo spot il sottosegretario Letta si offre nell’inedita versione di testimonial.

La decisione del Consiglio dei Ministri di celebrare la Giornata del Teatro il 27 marzo, aderendo così alla Giornata mondiale istituita a Vienna nel 1961 in occasione del 9° Congresso dell’Istituto Internazionale del Teatro, rappresenta da parte del Governo un segno di attenzione e riconoscimento nei confronti del teatro come momento importante del patrimonio culturale italiano.

“In questo modo il Governo intende puntare ancora di più i riflettori sul teatro, che, continuo a ribadire, è una risorsa strategica per il Paese, cui tutti dobbiamo guardare al di là di ogni contrapposizione ideologica nell’interesse della Nazione”. Ha sottolineato il ministro Bondi nel corso dell’incontro con la stampa.

Per programmare e organizzare gli eventi di questa giornata sarà costituito tra qualche giorno, un Comitato organizzatore, cui faranno parte anche l’Agis-Associazione Generale Italiana dello Spettacolo e l’ETI-Ente Teatrale Italiano.

“Grazie anche alla sollecita e premurosa attenzione del Sottosegretario Gianni Letta e alla comprensione del Ministro Giulio Tremonti, è stato possibile integrare il FUS in un delicato momento economico con risorse che permetteranno all’industria dello spettacolo di proseguire la sua attività”, ha commentato il ministro Bondi rispondendo ad una domanda sul Fondo Unicop per Spettacolo (FUS) da parte dei giornalisti presenti un sala stampa.

Per offrire un quadro più completo, questo dossier offre una scheda che illustra il ruolo dell’ETI – Ente Teatrale Italiano – e in particolare del dell’Osservatorio dello spettacolo e della Relazione annuale al Parlamento sull’utilizzazione del FUS.

 

per maggiori info clicca qui

Annunci

In Puglia il modello Caserta

200 donne e uomini di polizia e carabinieri presto nei territori di Bari e Foggia, più squadre mobili per potenziare investigazioni e controlli. Maroni: «Non si tratta di un intervento spot ma è la volontà di intervenire fino a che non possiamo dire che la criminalità organizzata è stata debellata»

L’obiettivo è replicare nel barese e nel foggiano il «modello Caserta-Napoli», tenendo ovviamente conto delle differenze tra le due situazioni. Tra poche settimane circa 200 unità di polizia e carabinieri saranno inviate in Puglia, e non basta. A questo si aggiungerà anche il «potenziamento delle varie strutture delle squadre mobili, uomini dello Sco, del Ros, che serviranno per rendere piu’ efficaci le indagini, ma anche migliore il controllo del territorio». Lo ha annunciato il ministro dell’Interno Roberto Maroni in conferenza stampa, a conclusione della riunione tecnica di coordinamento interprovinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Bari e Foggia presso la prefettura di Bari.

Al tavolo interforze siedono tutte le istituzioni coinvolte nella sicurezza del territorio: il capo della Polizia Antonio Manganelli, il comandante generale dei Carabinieri Leonardo Gallitelli, il comandante generale della Guardia di Finanza Cosimo D’Arrigo, il direttore centrale della direzione anticrimine della polizia Francesco Gratteri, i prefetti delle due province, i procuratori della Repubblica di Bari, Foggia, Trani e Lucera, i questori di Bari e Foggia, i comandanti regionali e provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza.

La riunione, infatti, ha spiegato Maroni, è stata organizzata per coordinare e potenziare l’azione di contrasto alla criminalità organizzata nei territori delle due città pugliesi rafforzando il supporto all’attività investigativa e rendendo più capillare l’attività di controllo. «La sinergia – ha sottolineato il ministro – e il giusto equilibrio tra queste due azioni sta portando, lì dove abbiamo adottato questo modello Caserta-Napoli, a risultati veramente soddisfacenti».

Per questo le riunioni proseguiranno con continuità, la prossima è prevista prima di Natale, e andranno avanti finchè servirà. «Non si tratta di un intervento spot legato ad un fatto contingente – ha sottolineato Maroni- ma è la volontà di intervenire dove serve, finché serve e fino a che non possiamo dire che la criminalità organizzata è stata debellata».

 

fonte: www.governo.it

Turismo: presentato il rapporto sulla stagione 2009

Il turismo in Italia contrasta la crisi con una tenuta maggiore di altri settori economici. Lo ha affermato il ministro del Turismo, Michela Brambilla, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta il 28 settembre a Palazzo Chigi per presentare il Rapporto 2009. Il settore ha mantenuto risultati di tenuta nei primi tre mesi dell’anno grazie alla montagna, in agosto grazie alla politica promozionale degli hotel, nelle prenotazioni per l’autunno grazie alla ripresa del turismo business e commerciale nel nord del Paese. Le imprese hanno dunque dimostrato di saper affrontare l’emergenza e i risultati danno l’Italia in una posizione più favorevole rispetto al resto d’Europa. Fra le tendenze registrate: gli hotel hanno applicato una politica di ribasso nei prezzi (-7,2%) per contrastare il calo registrato nei primi sei mesi; il turismo italiano diminuisce le partenze all’estero, sceglie l’Italia nei primi sei mesi dell’anno, in estate sceglie i mesi fuori stagione di luglio (+37%) e settembre (+14,2) pareggiando il conto con l’estate 2008; l’attrattiva del nostro Paese rimane costante, anche tra le previsioni di vendita del Turismo organizzato mondiale, contenendo il calo dei flussi internazionali in Italia a -2,8%, quando l’OMT prevede un calo dei flussi internazionali tra -4% e -6%; gli effetti della crisi economica hanno influenzato maggiormente la durata della vacanza e la spesa, spingendo i turisti italiani e stranieri a ridurre il bilancio per la vacanza e ad utilizzare maggiormente gli alloggi privati.

Finanziaria 2010, bilancio e previsioni

Il Consiglio dei Ministri del 22 settembre ha approvato la finanziaria per il 2010 e contestualmente gli interventi di finanza pubblica per gli anni 2010-2013 che comprendono, oltre alle “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”, il disegno di legge sul bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2010 e il bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012, la Relazione revisionale programmatica per l’anno 2010 e la Nota di aggiornamento al Documento di programmazione economica-finanziaria per gli anni 2010-2013. Il disegno di legge finanziaria per il 2010 prevede, tra l’altro, l’utilizzo delle maggiori risorse derivanti dalle misure di contrasto all’evasione e all’elusione fiscale senza dar luogo ad un peggioramento dei saldi di finanza pubblica. Per il secondo anno consecutivo – anticipando la riforma del bilancio in esame alle Camere – il ministro dell’Economia e delle finanze, Giulio Tremonti, ha predisposto un disegno di legge finanziaria limitato a pochi articoli ed alle corrispondenti tabelle. Abbiamo presentato, ha detto il presidente del Consiglio Berlusconi nel corso della conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri, una legge finanziaria fatta di tre articoli più le tabelle che non ha modificato nulla per il 2010 e il 2011 e che ha aggiunto il 2012″. Il ministro Tremonti ha aggiunto “Il messaggio che cerchiamo di trasmettere al Paese, nel mondo politico e all’esterno è quello di affidabilità strutturata su un profilo triennale”.

8 milioni di euro per l’acquisto di nuove biciclette

Ripartono il 25 settembre 2009 gli eco-incentivi, ossia i contributi previsti per incentivare l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale, come biciclette, ciclomotori, motocicli, tricicli, quadricicli. Obiettivo: contribuire al raggiungimento e al mantenimento dei valori limite di qualità dell’aria previsti dalla vigente normativa, attraverso la riduzione delle emissioni in atmosfera. L’iniziativa è frutto di un accordo tra ministero dell’Ambiente, Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) e CEI CIVES (Comitato elettrotecnico italiano – Commissione Italiana Veicoli Elettrici Stradali). Grazie all’accordo, che stanzia circa 8 milioni di euro, qualsiasi cittadino, dotato di codice fiscale, può acquistare una bicicletta con un incentivo pari al 30% del costo fino ad un massimo di 200 Euro. Possono essere acquistate soltanto le biciclette dei costruttori certificati dall’ANCMA presso i rivenditori autorizzati: le informazioni sui costruttori e rivenditori sono reperibili in una sezione dedicata del sito del ministero. Per usufruire dello sconto non è necessaria altra formalità, se non quella di fornire al rivenditore i propri dati anagrafici e copia del proprio documento d’identità. I nuovi incentivi prevedono anche che siano finanziate le prenotazioni fatte in precedenza, sulla base dell’accordo dell’anno precedente, che non erano state soddisfatte per il temporaneo esaurimento dei fondi. Il Ministero dell’Ambiente in tempi brevi contatterà i rivenditori per dare formale notizia della soluzione positiva della pratica.

Presentazione del dossier sul G8 Economia, Lecce 12 – 13 giugno 2009

LogoG8_bSi è svolta a Lecce, il 12 e 13 giugno scorsi, la riunione ministeriale sull’economia del G8, che quest’anno si svolge sotto la Presidenza italiana. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze svolge un compito cruciale e, tra gli incontri preparatori necessari per arrivare al Vertice di luglio a L’Aquila, l’incontro di Lecce rappresenta la seconda ed ultima riunione dei Ministri delle Finanze prima dell’appuntamento abruzzese.

Il documento finale dei lavori di Lecce traccia un profilo della situazione economico finanziaria mondiale. Si sono registrati infatti “segni di stabilizzazione delle economie, ma la situazione rimane incerta” ed esistono ”rischi significativi per la stabilità finanziaria ed economica”. Nel documento finale è stata messa a punto l’agenda da presentare al G8 de L’Aquila e ad esso è stato allegato un testo sulla definizione di nuove regole mondiali per l’economia, cosiddetto “Lecce Framework”.

Il comunicato diffuso al termine dei lavori di Lecce ravvisa ”nel recupero dei mercati azionari, nel declino degli spread sui tassi di interesse, nell’accresciuta fiducia delle aziende e dei consumatori” i segnali positivi. Al tempo stesso, il documento segnala una “crescita della produzione”, ma anche un “aumento della disoccupazione”. E proprio per tamponare quest’ultimo fenomeno “i Paesi si impegnano a continuare le azioni per ridurre l’impatto della crisi”.

Più precisamente, la ripresa del mercato finanziario mostra l’altra faccia della medaglia, perché, ha sottolineato il ministro Tremonti “Una certa finanza sta rialzando la testa e guarda caso cosa sta facendo? Le stesse cose, non particolarmente carine, che faceva nel giugno, nel luglio dell’anno scorso”. Proprio per evitare il ripetersi di atteggiamenti finanziari alla base della crisi, i ministri riuniti a Lecce hanno stilato un documento condiviso, denominato “Lecce Framework”: un quadro di interventi e misure per definire i principi sui quali basare le regole finanziarie, per rendere i mercati più solidi e trasparenti.

Nel corso dell’incontro di Lecce, inoltre, è stato formalmente dato avvio alla fase di attuazione del progetto pilota Advance Market Commitment (AMC), un sistema di finanziamento della ricerca per l’individuazione dei vaccini contro le malattie da pneumococco nei Paesi in Via di Sviluppo (PVS).

Fonte: Ministero dell’Economia e delle Finanze

per ulterioni informazioni clicca su:  http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/G8_economia/index.html

Ecuador: opposizione vara il ‘governo ombra’

Giunto secondo con un distacco di oltre 20 punti percentuali dal presidente Rafael Correa alle elezioni del 26 aprile, l’ex-capo dello stato Lucio Gutiérrez ha rilanciato oggi le sue accuse di brogli, annunciando la creazione di un ‘governo ombra’.

Militare prestato alla politica e destituito nell’aprile 2005 dal parlamento dopo due anni e mezzo di governo a seguito di massicce proteste popolari, intervistato dall’emittente ‘Ecuavisa’, Gutiérrez ha sostenuto che “sono state falsificate firme, manipolate schede” e che “il divario reale” tra lui e Correa “non è di 20 ma di 10 punti”, un dato che gli avrebbe consentito di arrivare al ballottaggio.

Nonostante gli osservatori internazionali abbiano ‘certificato’ il regolare esito delle operazioni, Gutiérrez, già proclamatosi nuovo capo dell’opposizione con il suo ‘Partido Sociedad Patriótica’ (Psp) ha convocato le minoranze a formare “un grande fronte per proporre soluzioni alternative ai problemi che colpiscono il paese”

fonte: www.internationalia.net