Archivi tag: Elena Sofia Ricci

CONTO ALLA ROVESCIA PER “MINE VAGANTI” L’ULTIMO FILM DI OZPETEC | di Viviana Bello

 

 

 

Mancano 10 giorni esatti all’uscita al cinema di “Mine vaganti”. L’ultimo film del regista italo-turco Ozpetek, girato interamente a Lecce, racconta storie che non sempre siamo a abituati a vivere…quelle tra figli gay e genitori omofobi.

Sembrava ieri quando dopo la torrida estate anche noi del Centro Studi Kairòs abbiamo inaspettatamente accolto i nuovi vicini di casa…regista e poi l’intero cast artistico e tecnico di “Mine vaganti”. Sembrava ieri quando affacciandosi in Corte dell’Idume non mancava di imbattersi nelle corse delle ragazzine e nelle loro voci. «E’lì che si gira oggi!». Poi gli sguardi e le ripetute passeggiate di curiosi,  appostati quasi naturalmente, fingendo di sorseggiare una bibita fresca al Caffè Italiano. Sembrava ieri sì, invece a febbraio il film ha già ricevuto consensi al festival di Berlino. Adesso è attesissimo dal pubblico del Tacco D’Italia, primo tra tutti da quello leccese.

“Mine vaganti” racconta di Tommaso, interpretato da Riccardo Scamarcio. Tommaso che nella vita sogna di fare lo scrittore è figlio di una famiglia titolare di un pastificio. Torna in Puglia per un breve soggiorno e decide di fare coming out rivelando così una volta per tutte la sua omossessualità alla sua famiglia allargata. Tenta di rivelarlo allora al padre, interpretato da Ennio Fantastichini; alla madre, interpretata da Lunetta Savino; alla sorella, nella persona dell’attrice Bianca Nappi; al fratello Antonio, interpretato da Alessandro Preziosi e poi ancora alla zia alla zia nubile, alcolista e un po’ ninfomane interpretata da un’invecchiata Elena Sofia Ricci. Infine la rivelazione tocca anche alla tanto amata nonna, nella persona di Ilaria Occhini.

Durante il tanto atteso coming out, quando finalmente Tommaso sente di potersi togliere quel fastidioso sassolino dalla scarpa, non mancano delle sorprese che lo costringono a prolungare il suo soggiorno nella città barocca. Qualcuno prima di lui crea scompiglio rivendo un’altra omosessualità…

Ad una prima rivelazione clamorosa non ne può far seguito un’altra, quella di Tommaso appunto, così  costretto a cambiare preferenze sessuali almeno all’apparenza e a farsi carico del pastificio di famiglia si cui poco gli importa. Le vicende continuano riservando così riflessioni e risate…

Diversi i messaggi lanciati dalla famiglia leccese -che però di leccese di sicuro non ha neanche l’accento- ma uno è quello che più degli altri vogliamo condividere, forse perché a lanciarlo è la stravagante nonna o forse perché racconta verità che in fondo tutti noi sappiamo anche se qualcuno per diverse ragioni non riesce ad agire…“Non farti mai dire dagli altri chi devi amare, e chi devi odiare. Sbaglia per conto tuo, sempre”.  

L’appuntamento quindi è al 12 marzo prossimo…non fosse altro per vivere o rivivere attraverso gli occhi dell’affermato regista il nostro salento, i suoi borghi, le marine, il calore della nostra gente. E poi saluteremo nuovamente il cast con “Sogno” singolo di Patty Bravo scelto da Ozpetek per i titoli di coda di “Mine vaganti”.

 

 

Annunci