Archivi tag: controlli

In Puglia il modello Caserta

200 donne e uomini di polizia e carabinieri presto nei territori di Bari e Foggia, più squadre mobili per potenziare investigazioni e controlli. Maroni: «Non si tratta di un intervento spot ma è la volontà di intervenire fino a che non possiamo dire che la criminalità organizzata è stata debellata»

L’obiettivo è replicare nel barese e nel foggiano il «modello Caserta-Napoli», tenendo ovviamente conto delle differenze tra le due situazioni. Tra poche settimane circa 200 unità di polizia e carabinieri saranno inviate in Puglia, e non basta. A questo si aggiungerà anche il «potenziamento delle varie strutture delle squadre mobili, uomini dello Sco, del Ros, che serviranno per rendere piu’ efficaci le indagini, ma anche migliore il controllo del territorio». Lo ha annunciato il ministro dell’Interno Roberto Maroni in conferenza stampa, a conclusione della riunione tecnica di coordinamento interprovinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Bari e Foggia presso la prefettura di Bari.

Al tavolo interforze siedono tutte le istituzioni coinvolte nella sicurezza del territorio: il capo della Polizia Antonio Manganelli, il comandante generale dei Carabinieri Leonardo Gallitelli, il comandante generale della Guardia di Finanza Cosimo D’Arrigo, il direttore centrale della direzione anticrimine della polizia Francesco Gratteri, i prefetti delle due province, i procuratori della Repubblica di Bari, Foggia, Trani e Lucera, i questori di Bari e Foggia, i comandanti regionali e provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza.

La riunione, infatti, ha spiegato Maroni, è stata organizzata per coordinare e potenziare l’azione di contrasto alla criminalità organizzata nei territori delle due città pugliesi rafforzando il supporto all’attività investigativa e rendendo più capillare l’attività di controllo. «La sinergia – ha sottolineato il ministro – e il giusto equilibrio tra queste due azioni sta portando, lì dove abbiamo adottato questo modello Caserta-Napoli, a risultati veramente soddisfacenti».

Per questo le riunioni proseguiranno con continuità, la prossima è prevista prima di Natale, e andranno avanti finchè servirà. «Non si tratta di un intervento spot legato ad un fatto contingente – ha sottolineato Maroni- ma è la volontà di intervenire dove serve, finché serve e fino a che non possiamo dire che la criminalità organizzata è stata debellata».

 

fonte: www.governo.it

Annunci

Controlli sulle invalidità civili: Decreto Ministeriale

Il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, di concerto con quello dell’economia e delle finanze, ha emanato il 29 gennaio 2009 il Decreto di “Attuazione di un piano straordinario di verifica delle invalidità civili.”. La norma è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale solo il 4 marzo.

Il Decreto era previsto espressamente dalla Legge 6 agosto 2008, n. 133 che, all’articolo 80, prevede un ingente Piano straordinario di verifica delle invalidità civili.

Almeno 200 mila posizioni devono essere verificate dall’INPS al fine di individuare persone che non possiedano i requisiti sanitari o reddituali per godere delle provvidenze economiche di invalidità civile (assegni, pensioni, indennità di accompagnamento). Come già illustrato in questo sito, l’INPS in attesa della pubblicazione del Decreto ha già provveduto ad “organizzarsi” e a fornire indicazioni alle proprie sedi periferiche.

Dalla lettura del Decreto non emergono molte annotazioni diverse da quelle già espresse nella nostra precedente nota, salvo due sottolineature.

Una riguarda le persone affette  da menomazioni o patologie stabilizzate o ingravescenti di cui al Decreto interministeriale 2 agosto 2007, inclusi quelli affetti da sindrome da talidomide, che abbiano ottenuto il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento o di comunicazione.

La seconda annotazione riguarda i titolari di patente di guida normale e senza adattamenti e – contemporaneamente di pensioni, assegni o indennità per invalidità civile.

 

Fonte: http://www.handylex.org